Biglietto, prego!

Un’inquietante notizia è emersa l’altro giorno da un rendiconto delle Forze di Polizia torinesi: è in forte crescita l’immigrazione, dalle periferie di Parigi, dei pusher francesi nel capoluogo piemontese. Il motivo? Semplice: a Parigi ci sono troppi controlli, troppi rischi. In Italia (e Torino è meta ambita in quanto in cinque ore, con il TGV, si arriva dalla stazione Parigi … Continua a leggere

Altro che ridere …

“Paga le tasse! Non per i rifiuti ma per scappare via!” : questa è il nuovo slogan pubblicitario di una famosa compagnia aerea low cost! Chiaro il riferimento alla situazione che da mesi (ma, ad essere più precisi, dura da anni) attanaglia Napoli. Lo spot è anche ironico ma, per coloro che, come gli italiani, devono far fronte al problema, lascia un pò l’amaro in bocca.   Già, perché credo che … Continua a leggere

Omaggiamo tutti il Dalai Lama!

La scorsa settimana il Congresso degli Stati Uniti d’America ha insignito il Dalai Lama, leader spirituale del mondo buddista ed emblema dell’oppressione cinese nel Tibet (è in fuggito in India dopo l’occupazione rossa nel 59’), della “medaglia d’oro”, la più alta onoreficenza americana per coloro che non possiedono la cittadinanza USA. Ieri lo stesso ha fatto il Canada. E’ subito … Continua a leggere

Eventi straordinari.

Due incredibili eventi stanno monopolizzando l’attenzione mediatica internazionale in questi ultimi giorni. Da una settimana oltre 10000 monaci buddisti stanno letteralmente “marciando” contro il governo militare del Myanmar. Da due- tre giorni le potenze mondiali sembrano occuparsi di quello che, ormai, è un caso politico internazionale, ossia la possibile repressione armata della protesta. Non so quale evento faccia più scalpore. … Continua a leggere

Quattro semplici numeri.

11.09. Quattro semplici numeri, carichi di una terribile memoria. Sei anni addietro due aerei si schiantarono contro le Twin Towers, emblema nel mondo di New York e dell’America (USA) intera. Emblema degli americani, della loro cultura occidentalizzata. Emblema, per più aspetti, della medesima cultura che connota sotto molti punti anche la nostra. Quasi mezzo pianeta viene svegliato di sopprassalto, quasi … Continua a leggere

Lettera alla segreteria dei D.S. di Bistagno.

Cara segreteria Democratici di Sinistra di Bistagno (AL), La ringrazio per l’attenzione prestatami. Non era il caso; ora rischio di montarmi la testa! Ho appena ricevuto la lettera inviata a tutti i cittadini di Bistagno circa l’appoggio da Voi prestato alla delibera comunale adottata dall’amministrazione locale, nella quale la stessa si dichiarava non contraria alla costruzione di una centrale a biomassa … Continua a leggere

Se si rimpiange il lavavetri polacco …

E’ notizia dell’altro giorno l’approvazione di una delibera, da parte del comune di Firenze, che prevede il divieto dello svolgimento del lavoro di lavavetri ai semafori. La motivazione? Coloro che svolgono detto lavoro (di solito extracomunitari di origine ROM), ultimamente, erano diventati troppo aggressivi con gli automobilisti e cercavano di “estorcere” loro una mancia anche se la pulizia del vetro non … Continua a leggere

Che fortuna!

La scorsa settimana in Cina sono morti un numero ancora imprecisato di minatori intrappolati in una galleria sotterranea causa un cedimento strutturale. A due giorni dalla tragedia la rabbia dei parenti dei minatori è esplosa in manifestazioni violente nei confronti della società gestrice la cava. La motivazione? Era una settimana che non forniva loro alcuna notizia inerente la sorte dei … Continua a leggere

Questioni sconosciute..

Credo sia ancora vivo in ognuno di noi il ricordo di quanto accaduto a Sanremo qualche giorno fa. Un uomo, già indagato in passato per un omicidio, uccide la sua ex fidanzata, dopo averla più volte importunata. Ecco allora che fioccano polemiche da ogni parte nei confronti del Pubblico Ministero che non chiese la custodia cautelare nei confronti del suddetto … Continua a leggere

Il freddo russo.

L’altro ieri cadeva un triste anniversario. 60 anni fa Stalin dava inizio alle ormai note “purghe staliniane”. Migliaia di persone ciclicamente vennero sistematicamente accusate, condannate e deportate nei gulag, campi di lavoro forzato posti alle estremità di quella che era la vecchia URSS. Di questo triste novero furono pochi coloro che riuscirono a salvarsi e tornare dai propri cari. Il … Continua a leggere